Come fare la pizza con l’impastatrice? Vediamone ricetta e procedimento, video e guida passo passo

1
2
3
4
5
Kenwood KM242 Prospero Impastatrice Planetaria, 900 W, Acciaio inox spazzolato, Ciotola in...
Cookmii Impastatrice Planetaria Multifunzione Professionale, 1800W Capacità 7,2 Litri, 6...
G3 Ferrari - Pastasì Impastatore professionale G20056 con Ciotola in Acciaio inox
KLARSTEIN Klarsteinstein TK1 Bella Rossa - Robot da Cucina, Mixer, impastatrice, 1200 W, 1,6 PS,...
FIMEI Impastatrice Planetaria Fermentativo con Automatico e Funzione di Cronometraggio e...
Kenwood KM242 Prospero Impastatrice Planetaria, 900 W, Acciaio inox spazzolato, Ciotola in acciaio...
Cookmii Impastatrice Planetaria Multifunzione Professionale, 1800W Capacità 7,2 Litri, 6 Velocità,...
G3 Ferrari - Pastasì Impastatore professionale G20056 con Ciotola in Acciaio inox
KLARSTEIN Klarsteinstein TK1 Bella Rossa - Robot da Cucina, Mixer, impastatrice, 1200 W, 1,6 PS, 5,2...
FIMEI Impastatrice Planetaria Fermentativo con Automatico e Funzione di Cronometraggio e Controllo...
Kenwood
Cookmii
G3 Ferrari
KLARSTEIN
AEVOBAS
OffertaBestseller No. 41
Kenwood KM242 Prospero Impastatrice Planetaria, 900 W, Acciaio inox spazzolato, Ciotola in acciaio...
Kenwood KM242 Prospero Impastatrice Planetaria, 900 W, Acciaio inox spazzolato, Ciotola in...
Motore potente da 900 WCiotola in acciaio inox da 4.3 L, dotato di movimento planetario e con tre prese motore per tre...Dotazione: 3 utensili di miscelazione Frusta K, frusta filo, gancio impastatore, frullatore con...
147,98 €142,73 €
OffertaBestseller No. 42
Cookmii Impastatrice Planetaria Multifunzione Professionale, 1800W Capacità 7,2 Litri, 6 Velocità,...
Cookmii Impastatrice Planetaria Multifunzione Professionale, 1800W Capacità 7,2 Litri, 6...
Professionale: motore puro 1800W con capacità di 2200 W sotto carico pesante, vasca grande 7,2L,...Tempo di lavoro lungo:Speciale design di raffreddamento, può funzionare ininterrottamente per più...Lavabile in lavastoviglie: tutti gli accessori sono lavabili in lavastoviglie, facili da pulire.
219,99 €176,89 €
Bestseller No. 43
G3 Ferrari - Pastasì Impastatore professionale G20056 con Ciotola in Acciaio inox
G3 Ferrari - Pastasì Impastatore professionale G20056 con Ciotola in Acciaio inox
1300W - 5,2 lt. capacità -8 velocità + pulse - dispositivo di sicurezza che impedisce l'uso involontariocontenitore in acciaio inox con coperchio
Bestseller No. 44
KLARSTEIN Klarsteinstein TK1 Bella Rossa - Robot da Cucina, Mixer, impastatrice, 1200 W, 1,6 PS, 5,2...
KLARSTEIN Klarsteinstein TK1 Bella Rossa - Robot da Cucina, Mixer, impastatrice, 1200 W, 1,6 PS,...
Bestseller No. 45
FIMEI Impastatrice Planetaria Fermentativo con Automatico e Funzione di Cronometraggio e Controllo...
FIMEI Impastatrice Planetaria Fermentativo con Automatico e Funzione di Cronometraggio e...

Preparare la pizza fatta in casa mediante l’utilizzo di una macchina impastatrice è veramente un gioco da ragazzi e potrà darci grandi soddisfazioni permettendoci di scegliere farine e lieviti che soddisfino i nostri gusti. Oltre a vedere quali sono le macchine più apprezzate oggi in commercio per la realizzazione della pizza fatta in casa vediamo anche quali ingredienti utilizzare per ottenere un ottimo impasto per la pizza e in che modo lavorarla in maniera corretta attraverso l’uso della nostra macchina impastatrice.

 

Ingredienti per la pasta della pizza per 2 persone

  • Farina 00 – 500 gr
  • Acqua – 300 ml
  • Sale fino – 10 gr
  • Olio extravergine d’oliva – 35 mg
  • Lievito di birra – 5 g

Procedimento e video tutorial

Lo strumento più adatto per realizzare l’impasto per la pizza con la nostra impastatrice è il gancio impastatore. Una volta fissato al braccio meccanico della macchina potremo iniziare a pesare gli ingredienti e a versarli all’interno del recipiente nel seguente ordine.

Per prima cosa setacciamo la farina per mezzo di un apposito setaccio e inseriamola nella ciotola, unendo ad essa il lievito (se avremo scelto del lievito disidratato sarà necessario scioglierlo nei 300 ml d’acqua) che andremo a versare all’interno del recipiente dopo la farina e che dovrà essere a temperatura ambiente (la temperatura ideale è attorno ai 25°).

Versiamo l’acqua e azioniamo la nostra macchina al livello più basso di velocità, velocizzandolo man mano che gli ingredienti si saranno amalgamati. Aggiungiamo anche l’olio e il sale, lasciando che la macchina lavori ancora per qualche minuto. Dovremo ottenere un composto denso e omogeneo, solo a questo punto potremo spegnere la macchina e, con l’aiuto delle mani, realizzare un panetto da lasciar lievitare per alcune ore. Trasferiamo quindi l’impasto in una ciotola che copriremo con un panno o con la pellicola trasparente e che lasceremo a riposare fino a 24 ore (più avrà riposato più la pizza sarà leggera e facile da digerire).

Generalmente l’impasto raddoppia di volume in appena 2 h, per cui trascorso questo tempo potremo comunque decidere se stenderlo e condirlo per realizzare la nostra pizza.

Una volta trascorso il tempo necessario affinché sia lievitato, stendiamo la nostra pizza su un piano da lavoro leggermente infarinato e condiamo a nostro piacimento con olio, pomodoro fresco, mozzarella o altri ingredienti a nostro gusto. Preriscaldiamo il forno a 200° e inforniamo la nostra pizza, che sarà pronta in circa 25/30 minuti. Per verificare che l’impasto sia cotto anche all’interno utilizziamo uno stuzzicadenti.

Condimenti per la pizza fatta in casa

Potremo condire la nostra pizza con tutti gli ingredienti che preferiamo utilizzando la nostra immaginazione per creare nuove varianti e sapori originali. Per realizzare una Margherita o una pizza al pomodoro sarà necessario preparare il sugo prima di averla infornata, e avere l’accortezza di stenderlo in maniera omogenea sul nostro impasto. Se invece vogliamo realizzare una pizza con tonno, cipolle o pomodoro fresco è consigliabile aggiungere questi ingredienti solo negli ultimi minuti di cottura dell’impasto, così da evitare che si brucino mentre la pizza sta ancora cuocendo.

Farine e lieviti

Oltre ai condimenti è possibile variare anche il tipo di farina e di lievito, ma è bene assicurarsi che l’impasto abbia una consistenza compatta ed elastica prima di infornarlo. E’ importante che tirandolo o modellandolo non si rompa e allo stesso tempo non dovrà essere troppo bagnato da non consentire la lavorazione (si potrà sempre aggiungere un po’ di farina perché non rimanga attaccato alle mani).

Anche sui lieviti è possibile provare diverse varietà ed eventualmente cercare il tipo più adatto a raggiungere la consistenza desiderata per il proprio impasto. Alcune ricette prevedono l’impiego di lievito madre (la cui lavorazione è lenta e laboriosa) o addirittura l’impiego di zucchero e bicarbonato per ottenere un impasto più digeribile e delicato.

Quali sono i migliori modelli di impastatrici per la realizzazione d’impasti fatti in casa

In commercio esistono moltissime tipologie di impastatrici per la realizzazione di impasti fatti in casa, ed è importante che la macchina sia dotata di potenza oltre i 1000 watt così da consentirci la lavorazione dell’impasto per la pizza o per il pane senza che la macchina si blocchi o, peggio, che si surriscaldi. Generalmente questo genere di elettrodomestici viene venduto con 3 tipologie di fruste, ma per la realizzazione d’impasti densi come quello per la pizza il tipo di frusta necessario è il gancio impastatore, dotato di una forma tipicamente a S e più sottile delle altre.

Questo gancio non solo consentirà di far “respirare” l’impasto come se a lavorarlo fossero le braccia umane, inoltre essendo dotato di una superficie più sottile rispetto alle altre fruste permetterà di staccare più facilmente le rimanenze di composto che vi si fossero eventualmente attaccate.

Altra caratteristica fondamentale è relativa alla velocità dell’impastatrice, anch’essa influenzata dal tipo di potenza del motore. Un modello dotato di più velocità ci consentirà di avere più versatilità nella lavorazione e di poter impostare il livello a seconda della consistenza del nostro impasto momento per momento.

Caratteristiche utili per questo tipo di robot da cucina

Una caratteristica che potrebbe tornarci utile riguarda il coperchio anti-schizzo, che in molti modelli è realizzato in plastica trasparente e munito di un apposito foro in cui inserire gli ingredienti durante la lavorazione. In questo modo potremo ad esempio inserire l’acqua a filo all’interno della ciotola della nostra impastatrice mentre essa è già azionata a velocità media per la lavorazione della farina e del lievito. Le funzionalità aggiuntive per questa tipologia di elettrodomestici sono veramente moltissime, e tutte sono appositamente studiate per rendere l’esperienza del consumatore il più possibile pratica e funzionale.

Prezzi e modelli: cosa valutare prima dell’acquisto

I prezzi di questo genere di elettrodomestici variano generalmente dai 100 agli oltre 300 euro per modelli utili all’impiego casalingo. I prodotti per uso professionale sono generalmente dotati di motori molto più potenti e di recipienti dalla capacità molto più elevata, e il loro costo può superare anche i 1000 euro. Vista la grande varietà d’impastatrici presenti sul mercato sarà sicuramente semplice assicurarsi il prodotto ideale per la realizzazione d’impasti al prezzo desiderato, così da poter fare la pizza fatta in casa anche ogni settimana!

I modelli per uso professionale sono generalmente divisi in tre categorie: impastatrici a forcella, a braccia tuffanti e a spirale. Si tratta di modelli utilizzati nella panificazione di grandi quantità d’impasto e che consentono di lavorare fino a 1000 gr di ingredienti alla volta.

Il prezzo potrà essere influenzato anche dal nome del marchio della nostra casa produttrice, dalla capienza e dal design. Scegliendo modelli più essenziali potremo assicurarci comunque prodotti qualitativamente soddisfacente e, eventualmente, risparmiare qualcosa in termini economici.

Manutenzione e accortezze per il lavaggio: come fare

Di solito è consigliabile lavorare questi dispositivi sempre con detergenti appositi o anche solo olio alimentare e carta da cucina. Non tutti gli accessori delle moderne macchine impastatrici sono realizzati in materiali che consentono il lavaggio in lavastoviglie, pertanto è bene leggere con attenzione la scheda tecnica di ciascun prodotto per assicurarsi di lavarlo nella maniera corretta senza correre il pericolo di usurarlo anzitempo. Qualora le fruste dovessero essersi usurate o corrotte a causa di un lavaggio non idoneo è consigliabile sostituirle e non utilizzarle per la lavorazione di altri impasti.

Di solito uno dei problemi più comuni di questo genere di dispositivi è dovuto all’eccessivo surriscaldamento da parte del motore in funzione, problematica che molte case produttrici hanno cercato di risolvere munendo questo genere di dispositivi di apposita tecnologia anti-surriscaldamento. Qualora la macchina dovesse mostrare problemi di funzionamento o non accendersi a fatto è consigliabile consultare l’assistenza tecnica e rivolgersi a un rivenditore autorizzato per acquistare eventuali pezzi di ricambio. Si tratta per lo più di dispositivi abbastanza delicati e sensibili, per cui è sconsigliabile cercare di aggiustarli per conto proprio.

Perché acquistare un prodotto di un brand famoso

Acquistare una macchina impastatrice di una delle più famose marche conosciute oggi in commercio ci assicurerà sicuramente un prodotto performante e di buona qualità, studiato per durare a lungo nel tempo. Alcune delle marche più note per la qualità delle loro impastatrici sono la KitchenAid, Ariston, Moulinex e Kenwood, ma sono veramente tanti i brand ad aver realizzato ottimi prodotti per la realizzazione d’impasti a prezzi più che ragionevoli. Se non disponiamo di una impastatrice ma di un robot multifunzione potremo utilizzarlo ugualmente per la realizzazione dell’impasto avendo l’accortezza di non sovraccaricarlo con una maggiore quantità d’ingredienti rispetto a quella prevista dalla scheda tecnica.

Scegliere un prodotto di marchi famosi renderà sicuramente più facile reperire anche eventuali pezzi di ricambio o accessori aggiuntivi per la nostra macchina impastatrice.

Classifica delle migliori impastatrici per pizza di Gennaio 2020

No products found


Mi chiamo Alice e sono appassionata di tecnologia di design, due campi sempre in costante evoluzione e cambiamento. Spero che con i miei consigli riuscirò ad aiutarti a scoprire di più su questi due mondi, e a suggerirti le scelte a te più congeniali. Cheers!

Back to top
Impastatrice Migliore