Come usare l’impastatrice per pizza: guida e video

1
2
3
4
5
Klarstein Lucia Rossa - robot da cucina , mixer , impastatrice , 1200 W , 5 L , sistema planetario...
Ariete 1588 Impastatore Vintage - Planetaria per pane, pizza, dolci e pasticceria, Capacità 5.5...
Impastatrice Planetaria, Aicok Robot da Cucina con Doppia Gancio Impastatore, Basso Rumore...
Impastatrice Planetaria, Kealive Robot da Cucina 10 Velocità con Gancio Impastatore, 700w Basso...
Mediatec Maxtermix Sbattitore Impastatrice Turchese MX-01
Klarstein Lucia Rossa - robot da cucina , mixer , impastatrice , 1200 W , 5 L , sistema planetario ,...
Ariete 1588 Impastatore Vintage - Planetaria per pane, pizza, dolci e pasticceria, Capacità 5.5...
Impastatrice Planetaria, Aicok Robot da Cucina con Doppia Gancio Impastatore, Basso Rumore...
Impastatrice Planetaria, Kealive Robot da Cucina 10 Velocità con Gancio Impastatore, 700w Basso...
Mediatec Maxtermix Sbattitore Impastatrice Turchese MX-01
KLARSTEIN
Ariete
AICOK
Kealive
Mediatec
Bestseller No. 41
Klarstein Lucia Rossa - robot da cucina , mixer , impastatrice , 1200 W , 5 L , sistema planetario ,...
Klarstein Lucia Rossa - robot da cucina , mixer , impastatrice , 1200 W , 5 L , sistema planetario...
PROFESSIONISTA DELLA CUCINA: il Lucia Rossa è il perfetto auitante per ogni appassionato della...IL MIX PERFETTO: l'impastratrice è dotata di un potente motore da 1200 W con sistema planetario. Le...MULTIFUNZIONALE: con il sistema di bloccaggio rapido, sarà sempre possibile cambiare il gancio. Il...
OffertaBestseller No. 42
Ariete 1588 Impastatore Vintage - Planetaria per pane, pizza, dolci e pasticceria, Capacità 5.5...
Ariete 1588 Impastatore Vintage - Planetaria per pane, pizza, dolci e pasticceria, Capacità 5.5...
Ariete Impastatrice Vintage è la planetaria dal design elegante e raffinato che unisce tecnologia e...Potenza elevata: il motore che raggiunge i 2400 W di sforzo massimo, le 7 velocità e la funzione...Capiente e versatile: la grande tazza in inox da 5,5 litri e le 3 fruste in dotazione, a gancio per...
150,00 €145,90 €
Bestseller No. 43
Impastatrice Planetaria, Aicok Robot da Cucina con Doppia Gancio Impastatore, Basso Rumore...
Impastatrice Planetaria, Aicok Robot da Cucina con Doppia Gancio Impastatore, Basso Rumore...
【DOPPIA GANCIO IMPASTATORE】: Impastatrice in grado di simulare il movimento della mano, mixer in...【TESTA INCLINABILE, BASSO RUMORE】: Testa dell’impastatrice inclinabile per un facile accesso...【POTENTE MOTORE DA 1000 Watt E 6 VELOCITA’】: Motore da 1000 Watt ad alte prestazioni, 6...
Bestseller No. 44
Impastatrice Planetaria, Kealive Robot da Cucina 10 Velocità con Gancio Impastatore, 700w Basso...
Impastatrice Planetaria, Kealive Robot da Cucina 10 Velocità con Gancio Impastatore, 700w Basso...
Bestseller No. 45
Mediatec Maxtermix Sbattitore Impastatrice Turchese MX-01
Mediatec Maxtermix Sbattitore Impastatrice Turchese MX-01

Preparare la pizza fatta in casa usando l’impastatrice non è mai stato tanto semplice: grazie all’impiego di questo robot da cucino entrato a far parte ormai di moltissime cucine casalinghe è possibile ottenere con facilità impasti per pizza, pane, dolci e sfoglie. Vediamo di quali ingredienti avremo bisogno per preparare la pizza fatta in casa e quale procedimento seguire per ottenere un ottimo impasto per la nostra pizza!

 

Ingredienti per l’impasto per 6 persone

  •  1 kg di farina
  • Acqua 650 g – 600 gr.
  • Olio extravergine d’oliva 50 gr.
  • 10 gr Lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • Sale 18 gr.

Iniziamo col dire che per preparare un buon impasto per la pizza è d’importanza fondamentale la fase di lievitazione: l’ideale sarebbe lasciar riposare l’impasto per almeno 24 H, per questo è consigliabile prepararlo il giorno prima della data in cui si abbia in mente di servirla ai propri ospiti. Alcuni lieviti oggi in commercio permettono ovviamente di ottenere un impasto lievitato nell’arco di poche ore, ma per ottenere una pizza veramente leggera e digeribile la cosa migliore è lasciarla riposare a lungo.

Preparazione

Come prima cosa per preparare il nostro impasto per la pizza dovremo versare all’interno del recipiente tutti gli ingredienti in polvere (farina, lievito, sale e zucchero). Una volta miscelati leggermente, potremo aggiungere a filo un pochino d’acqua alla volta, e intanto azionare la nostra macchina impastatrice. Lo strumento più indicato per fare l’impasto per la pizza è il gancio impastatore o la cosiddetta frusta a spirale.

Quando il composto dovesse essersi ben amalgamato aggiungiamo senza timore anche l’olio, e lasciamo agire l’impastatrice per ancora qualche minuto. Una volta che l’impasto ci sembrerà abbastanza solido e compatto potremo trasferirlo in un recipiente coperto da un panno umido, così da lasciarlo levitare per tutto il tempo che riteniamo necessario (più lo lasceremo lievitare maggiore sarà il grado di digeribilità della nostra pizza: è consigliabile lasciarlo anche per 24 h se possibile. Altrimenti dalle 2 alle 5 ore andrà bene comunque).

Una volta trascorso il tempo necessario potremo recuperare il nostro impasto e stenderlo (con l’aiuto di un mattarello o delle mani) su una teglia foderata con la carta forno. Se il nostro pasto è troppo compatto e farinoso la cosa migliore da fare è cercare di lavorarlo con le mani leggermente oliate (sempre con olio d’oliva), se invece dovesse apparire troppo appiccicoso (consistenza dovuta quasi sempre all’azione del lievito) potremo usare un po’ di farina per “sporcarci” le mani e avere più presa sull’impasto.

Condimenti

Quando abbiamo ottenuto la forma e lo spessore da noi desiderati per l’impasto della nostra pizza possiamo procedere al condimento: gli ingredienti potranno essere posti direttamente sopra l’impasto, che dovrà cuocere in forno per 20/30 minuti a 250°. Ovviamente a seconda degli ingredienti che avremo scelto per condire la nostra pizza potremo scegliere se sistemarli sopra l’impasto prima della cottura o se invece a cottura ultimata (ad esempio una pizza primaverile con pachino, rucola e bresaola). Qualora avessimo scelto di preparare una classica pizza Margherita la cosa migliore sarà preparare il sugo precedentemente, e condirlo a proprio piacimento. Il bello di preparare la pizza fatta in casa è che potremo sbizzarrirci nella scelta degli ingredienti: oltre alla classica Margherita si potranno sperimentare tutte le varianti che ci abbiano colpito o che siano di nostra invenzione.

Quale impastatrice utilizzare

Come abbiamo visto preparare la pista fatta in casa è estremamente semplice, ma allo stesso tempo questa ricetta così famosa per la cucina italiana regala ricche soddisfazioni. Prepararla grazie all’impiego di un robot da cucina è estremamente semplice, e ci vorrà veramente poco tempo rispetto a lavorare l’impasto a mano: le caratteristiche fondamentali riguardo all’impastatrice sono che essa abbia un recipiente abbastanza capiente da poterci consentire la lavorazione degli ingredienti senza che essi fuori escano dal prodotto o peggio, che esso si rovesci sul nostro piano da lavoro.

Altra caratteristica fondamentale è che la nostra impastatrice sia dotata di gancio impastatore: si tratta dello strumento più adatto per la preparazione d’impasti densi e compatti come quelli per il pane e per la pizza. Il gancio impastatore ha generalmente una superficie molto più sottile rispetto agli altri tipi di fruste, e per questo rende anche molto più facile prelevare il prodotto una volta terminata l’operazione. Inoltre assicura che l’impasto “respiri” esattamente come se fosse un braccio umano a lavorarlo.

Qualora la nostra impastatrice non fosse dotata di frusta a S o gancio impastatore è consigliabile provare a lavorare manualmente l’impasto, e non utilizzare una delle altre fruste. La frusta a filo potrebbe rivelarsi troppo delicata per questo genere di lavorazione, e quella a foglia rischierebbe soltanto di rompersi o di provocare il surriscaldamento della macchina.

Come scegliere il modello migliore

Oggi acquistare un’impastatrice in grado di preparare ottimi impasti fatti in casa è davvero semplice: l’offerta sul mercato è talmente ampia che trovare il tipo di prodotto a noi più congeniale e a un prezzo conveniente è facilissimo. Una nota particolare la meritano i modelli di marche conosciute (come KitchenAid, Moulinex, Philips, Bialetti, ecc.) che sono consigliabili qualora si cercasse un elettrodomestico sicuro, affidabile e di buone prestazioni nell’arco del tempo. Impastatrici di questo tipo possono costare dai 100 ai 300 euro, e si tratta di strumenti estremamente efficaci che ci faranno risparmiare su una gran quantità di tempo e di fatica. Vediamo nel dettaglio quali caratteristiche valutare prima dell’acquisto:

  • Anzitutto peso e capacità della macchina, che dovranno consentirci una lavorazione efficace degli ingredienti e che soprattutto dovrà adattarsi al luogo in cui andremo a posizionarla. (Le dimensioni potranno influenzare anche il costo: i modelli KitchenAid ad esempio sono studiati per accontentare le necessità di chi volesse lavorare grandi quantità d’impasto e viceversa).
  • I materiali devono essere adeguati alla lavorazione dei cibi: di soliti i marchi riconosciuti scelgono acciaio inox, plastica pressurizzata e vetro per la realizzazione dei loro elettrodomestici. Attenzione però: alcuni di questi materiali potrebbero essere rivestiti in alcune speciali leghe che non consentono il lavaggio per mezzo della lavastoviglie. Per far durare di più e al meglio la nostra impastatrice è sempre consigliabile utilizzare il lavaggio a mano dopo ogni utilizzo.
  • Il motore deve consentire un’efficace lavorazione anche per quanto riguarda gli impasti più compatti e difficili da lavorare. In genere gli elettrodomestici di questo tipo sono studiati per avere ottime performance di lavorazione, e la loro potenza si può aggirare attorno ai 1500 watt.
  • In genere anche i modelli basilari vengono venduti con tutti gli accessori utili alla preparazione di ricette. Nelle comuni macchine impastatrici si tratta di frusta a filo, gancio impastatore e frusta a foglia. Nelle planetarie con funzione cottura (il cui prezzo è sicuramente maggiore) gli accessori potrebbero essere in numero maggiore.

In linea generale è comunque sconsigliabile cercare di “risparmiare” su robot da cucina di questo tipo che oltre a essere studiati per avere una lunga durata nel tempo, sono progettati per lavorare il cibo e i generi alimentari.

Vantaggi di questo tipo di elettrodomestici

Come abbiamo anticipato questo tipo di elettrodomestici possono rivelarsi estremamente efficaci nella lavorazione d’impasti, creme, spume, riduzioni, sfoglie, ecc. Sicuramente grazie all’impiego di una moderna macchina impastatrice risparmieremo una grande quantità di tempo e soprattutto di fatica, specialmente perché molte di queste lavorazioni possono rivelarsi assai difficili da sbrigare a mano.

I prezzi per questo genere di prodotti sono ormai molto competitivi, ed è possibile acquistare uno strumento davvero efficiente con una spesa poco più alta dei 100 euro (assicurandosi comunque un prodotto certificato e durevole nel tempo). Si tratta spesso e volentieri anche di elettrodomestici molto accattivanti e che, oltre ad avere un design estremamente intuitivo, possono risultare davvero eleganti da “sfoggiare” nella propria cucina.

In genere in dotazione con ciascuna macchina impastatrice vengono venduti tutti e 3 i tipi di frusta e di ganci utili alla preparazione della maggior parte delle ricette. Se così non dovesse essere molte case produttrici permettono ai consumatori, in un secondo momento, di acquistare questi materiali solo all’occorrenza.

Lati negativi di questa tipologia di prodotti

Non ci sono particolari lati negativi da segnalare per questo tipo di robot da cucina, se non il fatto che a volte alcuni degli accessori potrebbero essere rivestiti di uno speciale smalto protettivo che non renderebbe possibile il lavaggio in lavastoviglie. La cosa migliore da fare è comunque lavare a mano sia gli accessori che il corpo macchina, seguendo le indicazioni del manuale d’utilizzo.


Mi chiamo Alice e sono appassionata di tecnologia di design, due campi sempre in costante evoluzione e cambiamento. Spero che con i miei consigli riuscirò ad aiutarti a scoprire di più su questi due mondi, e a suggerirti le scelte a te più congeniali. Cheers!

Back to top
Impastatrice Migliore